È una domanda che ci siamo posti un po’ tutti: questi nuovi foldable smartphone con l’indispensabile movimento meccanico dureranno nel tempo oppure si spezzeranno dopo pochi mesi? Samsung e Huawei avranno lavorato sodo per garantire una buona durata nel tempo ai propri dispositivi?

Ebbene, come da prassi, sul nuovo Galaxy Fold sono stati effettuati diversi test per essere sicuri dell’affidabilità del nuovo meccanismo e verificare la bontà del lavoro degli ingegneri. Per il collaudo la casa coreana ha utilizzato un particolare macchinario che ha costantemente aperto e chiuso il il device senza sosta.

Come è possibile dedurre dal video a seguito, il pieghevole di casa Samsung ha resistito ad oltre 200.000 piegature, ovvero circa 5 anni di utilizzo con una media di 100 aperture al giorno. I futuri acquirenti del nuovo flagship possono quindi tirare un sospiro di sollievo.

Huawei Mate X meno resistente di Samsung Galaxy Fold?

Per quanto concerne il diretto concorrente: stando ai dati della casa, Huawei Mate X è in grado di sopportare 100.000 piegature, rendendo la proposta Samsung più allettante grazie alla maggior resistenza. Test a parte, bisognerà vedere come si comporteranno entrambi i device nel reale utilizzo quotidiano.

Per il resto, ricordiamo che Samsung Galaxy Fold sarà disponibile a partire da 3 Maggio ad un prezzo di circa 2000 euro, mentre il venturo Huawei Mate X dovrebbe approdare sul mercato verso metà 2019 ad un prezzo di 2299 euro.